mercoledì 28 dicembre 2016

Buon Natale e Felice anno nuovo! 2017

Scusatemi del ritardo, Natale è già passato ma se sapete, a Napoli c'è usanza di andare da tutti i parenti quindi non sono stata a casa. Tuttavia ci tenevo ad augurarvi buon Natale e buon anno sopratutto perché questo è il primo Natale di questo blog ^^
Non metterò un immagine librosa, visto che si parla di libri tutto l'anno XD ma un digital work fatto in collaborazione con la mia cara amica Yaten Doenis
Disegno&Lineart: Yaten's Artbook
Color: kenia kenny Art (me)
Mi sembra sia scontato dire che ne è assolutamente vietata la copia e il ripostarla altrove.

Buon Natale e Felice 2017!!!!

mercoledì 21 dicembre 2016

Book Haul xmas

Allora, come avete potuto capire da qualche post addietro sto amando la Newton Compton seriamente perché mi sta permettendo di comprare un po' per volta, libri che desidero tipo dalle medie!! Anche se stasera questo libro non era in programma...  intendo quello di Boudelaire (giusto nel post della wishlist dicevo che non credevo di prender libri per Natale e non so se ci sarà la possibilità di prenderne altri -si io sono molto a caso causa money!- ) però; Mamma mia scoppio di felicità per Io sono un gatto di Natsume Souseki (non trovo la o col tratto sopra, mettendo la u è la stessa translitterazione, è come scrivere arigatou invece di arigatoo si legge sempre o lunga) lo voglio dal mio lontano esame di letteratura Giapponese 3 e non mi sembra vero di essere riuscita a prenderlo sul serio questa volta! *O* anche se devo dire, adoro di più i libri in versione paperback SE la cover rigida non è come quella di questa spettacolare collana della Compton.
E comunque, come potete vedere dai prezzi, è stato un OTTIMO bottino a buon prezzo e io sono un bimbina felicissima! Tra l'altro Whagahai wa neko de aru (io sono un gatto) lo avevo messo nella mia wishlist di natale proprio due giorni fa!
La penna e la matita sono un bonus viola (adoro tutto ciò che ha questo colore che tra l'altro, è lo stesso della mia Filofax raspberry ^^)

Ovviamente vi farò sapere in recensione poi <3
-kenny

martedì 20 dicembre 2016

LA NEWTON COMPTON *O*

Diciamo che per questi libri messi a buon prezzo in una collana OTTIMA! (Il mio libro recensito di E.A.Poe fa parte di questa collana) mi sta facendo amare la Newton  Compton a livelli stratosferici!

Questo è un consiglio di acquisto ma consideratelo anche un pezzo della mia wishlist! Di cosa parlo? Di questa meraviglia

sabato 17 dicembre 2016

Piccole Donne della Alcott diseducative? Smontiamo questi assurdi cinque punti.

Ho appena trovato questo articolo.
Non so se sbranare chi ha scritto l'articolo o chi addirittura ha pubblicato un libro del genere. Sono Allibita.

http://www.cosmopolitan.it/lifestyle/libri/news/a112768/piccole-donne-lezioni-diseducative/

Voglio smontare prima i cinque punti proposti poi parliamo del sedicente libro citato.

giovedì 15 dicembre 2016

xmas books wishlist 2016

Non so perché faccio un post del genere dato che non credo avrò libri per Natale (grazie scellerata italia che ci rendi sempre più poveri) però bhò vi scrivo la mia top 10 dei libri che mi piacerebbe ricevere per Natale (non è una catena è un post che faccio così, ma se volete farlo potete taggare altri blog, anche me se volete, io non so ancora bene come farlo perché ne conosco pochi) bien, bando alle ciance, la mia TOP 10:

♥Harry Potter e il Principe Mezzosangue (edizione vecchia)
♥Harry Potter e i Doni della Morte (edizione vecchia)
♥Danielle Trussoni Angelopolis
♥Enrico Cornelio Agrippa - Occult Philosophy (in italiano però e tutti e tre i volumi in un solo libro)
♥Natsume Soseki Il cuore delle cose (anche in lingua orginale!)
♥Natsume Soseki Io sono un gatto (anche in lingua orginale!)
♥Vari libri di Scott Cunningham
♥Miyazawa Kenji Una notte sul Treno della Via Lattea (anche in lingua orginale!)
♥ un bel librone sulla storia dei simboli occulti nel mondo
♥Poesie di Edgar Allan Poe

Ce ne sarebbero a migliaia come tutti i libri possibili sulla lingua giapponese ma bau! Nota sui due di Harry Potter; io ho l'edizione vecchia con la vecchia traduzione e mi mancano gli ultimi due per completare la saga ( e poi non esiste che mi devo leggere tasso frasso =.= ) fatemi sapere anche per commento o per tag o come vi fa comodo quali sono i vostri <3

-kenny

martedì 13 dicembre 2016

[Recensione]Edgar Allan Poe- Tutti i racconti del mistero, dell'incubo e del terrore.

Autore: Edgar Allan Poe
Titolo: Tutti i racconti del mistero, dell'incubo e del terrore.
Traduzioni a cura di: Daniela Palladini e Isabella Donfrancesco
Editore: Newton&Compton Editori
Codice ISBN: 978-88-541-6540-3
Trama: "Non c'è racconto degno di questo nome se dalla  prima parola non suscita l'interesse del lettore che deve giungere all'ultima riga per comprendere la soluzione finale", scriveva Boudelaire. Tutte le opere di Poe presenti in questa raccolta possiedono una simile caratteristica: il lettore che, anche solo per caso, si lasci attirare dalla prima parola, non può più tirarsi indietro ed è costretto a proseguire. In questo volume è raccolta la miglior produzione di Poe, da Ligeia a La Mascherata della Morte Rossa, da I Delitti della Rue Morgue a Lo Scarabeo d'oro. Nei suoi racconti l'analisi e il ragionamento si fondono con l'immaginazione visionaria, creando capolavori  indimenticabili nei quali l'incubo s'allea col delitto, l'amore con la morte.
Voto: 10/5 (eeeeeeh si U.U)
Buy (vi linko anche il manga che vi citerò alla fine):

mercoledì 30 novembre 2016

[Recensione] Vanessa Celli- Il Segreto di Lynda Jones.

Autore: Vanessa Celli
Titolo: Il segreto di Lynda Jones
Traduzione a cura di: // (italiano)
Editore: Lulu.com (self publication)
Codice ISBN: 9781326021689
Trama: Aprii gli occhi. Buio. Era completamente buio. Con le mani sondai attorno a me. Ero chiusa. Sia sopra che sotto. Un cuscino sotto la testa, nemmeno troppo comodo.
Quando gli occhi si adattarono alle tenebre di quel posto, mi guardai meglio attorno.Una bara.
Ero in una dannatissima bara.
Voto: 4/5




Buy:

venerdì 25 novembre 2016

Vampiri... senza brillantina anni 80!

Allora, una recensione della carissima Malisandre (vi invito a dare un occhiata al suo blog che è molto bello e interessante) ha coinvolto un topos letterario che per quanto lo ami per me è anche una dannatissima spina nel fianco: I VAMPIRI.

Perché? Perché da quando esiste quella merda (scusatemi eh) di Twilight i vampiri hanno smesso di essere creature oscure per diventare intrattenimento sessuale per tredicenni arrapate. Mi spiace essere così dura MA É COSI,  ed è a questo punto che mi chiedo ma gli editori, quand'è che hanno dato priorità assoluta al profitto a discapito della qualità?

venerdì 18 novembre 2016

Animali fantastici e dove trovarli!

Allora, non credo di voler fare una sezione su film e teleflim dato che sono una puzza a recensire il cinema e poi magari i film si ma come serie TV o film TV ... diciamo che non passo molto tempo davanti alla TV mi annoia un po' ecco, ma su questo volevo assolutamente parlare da brava potterhead, poi ci ritornerò magari nei libri e comunque non è una vera e propria recensione. Se poi volete che faccia anche film e cose varie scrivetemelo nei commenti ma vi avviso che la maggior parte delle volte dovrete voi consigliarmi film e serie XD
Detto ciò, Animali fantastici! Dio mio è stato spettacolare sotto ogni punto di vista, ma più che recensire il film mi piacerebbe capire cosa esattamente non è piaciuto alle persone che sono rimaste "deluse".

giovedì 17 novembre 2016

[Recensione] Laurence Gardner-Mito e Magia del Santo Graal

Autore: Laurence Gardner
Titolo Originale: Realms of the Ring Lords; Italiano: Mito e Magia del Santo Graal- Il regno dei Signori degli Anelli, La tavola Rotonda, il portale di Dracula e l'Anello delle Streghe
Traduzione a cura di: Franco Ossola
Editore: Newton&Compton Editori
Codice ISBN: 885410308X
Trama: La straordinaria storia dei Signori degli Anelli, di cui troviamo un eco nel Signore degli Anelli di J.R.R. Tolkien, è stata in gran parte consegnata alla leggenda e allo sbiadito ricordo di grandi battaglie tra il Bene e il Male. Avvolta tra le nebbie di enigmi soprannaturali, essa sopravvive nelle favole e negli affascinanti racconti di fate ed elfi, di streghe e vampiri.
Non è certo un caso che le storie più conosciute e amate del ciclo del Graal siano quelle che narrano dell'anello d'oro di Ginevra e di quell'ideale "anello di ferro" rappresentato dai Cavalieri della Tavola Rotonda nelle loro armature. Quando quell'anello si ruppe, il paese cadde nel caos e le forze delle tenebre regnarono sulla Terra.
Il fascino di queste storie deriva dal fatto che ancora oggi sentiamo parlare in esse una verità profonda. Ma quella verità è stata distorta e nascosta. Gli antichi guardiani della nostra civiltà, i nostri veri progenitori, gli illuminati, non hanno mai trovato posto nella cultura accademica. La loro stessa esistenza, la loro realtà, è stata negata. Si è cercato di cancellarne la memoria e, di conseguenza, anche la storia. Eppure, il regale dono della nostra civiltà ci viene da un tempo e da un luogo che potrebbe essere chiamato "terra di mezzo", che ancora traluce attraverso le brume lontane del Regno dei Signori degli Anelli.
Voto: 5/5 
Buy(+lingua originale):

sabato 12 novembre 2016

Trump che fa impazzire la gente!

Spero questo sia l'ultimo post su Trump, non voglio più parlarne fin quando non vedo un muro eretto in Messico LOL.
Detto ciò, faccio quest'ultimo post perché come ho detto nel post precedente (linkati a fine post) ho parlato della vittoria dei media sulla disinformazione e su come spingere su certi argomenti, faccia ragionare la gente con la pancia piuttosto che con il cervello. Ma siccome ho sempre la sensazione che per quanto se ne parli, non è mai chiaro abbastanza il concetto che voglio dire, è sempre bene riesprimerlo quando abbiamo degli strumenti.

Questo, signore e signori è MARMO.

Didatticarte
Giambologna (Jean Boulogne), Ratto delle Sabine, 1583


Perché l'arte non sta nella perfezione anatomica, ma nell'avergli dato carne e sangue.

-kenny

venerdì 11 novembre 2016

[Recensione]Philippe Barraqué-Il canto degli spiriti. Ritrovare la propria voce sciamanica.

Autore: Philippe Barraqué
Titolo Originale: Les chant des esprits; Italiano: Il canto degli spiriti. Ritrovare la propria voce sciamanica.
Traduzione a cura di: Fedra Cocca
Editore: Punto D'Incontro
Codice ISBN: 88-8093-326-4
Trama: Il canto sciamanico aiuta a ristabilire la comunicazione con le forze della natura. Ogni nuova risonanza è un dono delle energie, una rivelazione, uno strumento di trasformazione. Grazie agli incantesimi trasmessi dalla tradizione orale, lo sciamano dispone di una memoria sonora che lo collega alle proprie radici ancestrali. Esplorando queste tecniche primordiali di guarigione e gli stati alterati di coscienza ad esse collegati, Barraqué ci introduce al canto degli spiriti e a quella presenza che traspare ad ogni suono offerto all'universale.
Voto: 4½/5

Buy:

mercoledì 9 novembre 2016

Ancora su Clinton e Trump e... il mondo è impazzito!


Ieri sera ho seguito Matrix... e poi ho seguito per un altro po' ma poi mi sono addormentata LOL comunque, stamattina apro twitter all'ashtag #electionday e...

WTF??!! o.o

Clinton o Trump? Nessuno dei due!

E voi? Cosa ne pensate al riguardo?
Purtroppo non essendo statunitense, conosco molto poco della macchina politica americana tuttavia, facciamo un po' di riflessioni insieme...
Allora partiamo con la criticona. In questi giorni ci hanno mandato a tutto spiano il "confronto" tra i due suddetti concorrenti alla casa bianca e ho anche provato ad ascoltare, sperando di trovare due persone propositive per il bene del paese... e invece stavo assistendo ad un litigio tra due bambini di tre anni, presente?

martedì 8 novembre 2016

[Recensione]Kahlil Gibran–Il Profeta

Autore: Kahlil Gibran
Titolo Originale: The Prophet; Italiano: Il Profeta
Traduzione a cura di: G. F. Brambilla
Editore: FELTRINELLI
Codice ISBN: 9788807882708
Trama: Dopo alcuni anni trascorsi in terra straniera, Almustafa (ovvero l'eletto di Dio), sente che è giunto il momento di fare ritorno all'isola nativa. In procinto di salpare egli affida al popolo della città di Orphalese un prezioso testamento spirituale: una serie di riposte intorno ai grandi temi della vita e della morte, dell'amore e della fede, del bene e del male. Pubblicato a New York nel 1923, "Il Profeta" viene subito accolto con grande favore di pubblico soprattutto presso i giovani, i quali vedono in Gibran un maestro di saggezza. A distanza di tanti anni l'interesse è rimasto immutato: silloge che abbraccia i problemi fondamentali dell'esistenza, il capolavoro del poeta libanese è anche libro di notevole fascino. Il clima sospeso e rarefatto, il ritmo incantatorio di una scrittura lirica di presa immediata, incisiva e visionaria, l'incontro tra due opposte culture, l'orientale e l'occidentale, sono la cifra di uno stile inconfondibile.
 Voto: 4/5
Buy:

sabato 5 novembre 2016

[Recensione]J.R.R. Tolkien - Lo hobbit + Il Signore degli anelli + Il Silmarillion

Bene, prossimo in lista l'illustre professor Tolkien! Metto tutte queste opere insieme punto primo perché sono collegate tra loro, punto secondo perché le ho lette insieme.  Tra l'altro la cosa si sposa pure con l'ultimo libro che vi ho presentato (quello sui Draghi, per chi non avesse visto il post è questo QUI , così saprete che i draghi di Tolkien sono Folkloristici ed Essoterici hehehe)

Lo Hobbit (Questa versione è la mia copia cartacea)

Autore: J.R.R. Tolkien
Titolo Originale: The Hobbit or There and Back Again; Italiano: Lo Hobbit o la Riconquista del tesoro.
Traduzione a cura di: Elena Jeronimidis Conte
Editore: ADELPHI
Codice ISBN: 88-459-0688-4
Trama: Lo hobbit, che W.H. Auden ha definito "la più bella storia per bambini degli ultimi cinquant'anni", è il libro con cui Tolkien ha presentato per la prima volta, nel 1937, il foltissimo mondo mitologico del Signore degli Anelli, che ormai milioni di persone di ogni età, sparse ovunque, conoscono in tutti i suoi minuti particolari.
Tra i protagonisti di tale mondo sono gli Hobbit, minuscoli esseri "dolci come il miele e resistenti come le radici di alberi secolari", timidi, capaci di "sparire veloci e silenziosi al sopraggiungere di persone indesiderate", con un'arte che sembra magica ma è "unicamente dovuta ad un'abilità professionale che l'eredità, la pratica e un'amicizia molto intima con la Terra hanno reso inimitabile da parte di razze più grandi e goffe" - quali gli uomini.
Voto:5/5
Buy (+lingua originale):

giovedì 3 novembre 2016

Puntualizziamo: ancora su Austen e Mishima

Allora cos'è questo post? E' chiarire alcuni punti che forse non ho scritto in modo chiaro o cose del genere. Siccome questo sarà un post jolly che vale per tutte le volte che recensisco in maniera negativa un libro, ho preferito farne un post. La primissima cosa che è da tener presente quando si legge una recensione sul web è che spesso questa è UN OPINIONE da lettore. Io non sono una critica letteraria ( e purtroppo) per le scuole che ho fatto non potrei nemmeno esserlo. Dico questo perché io ho perso persone a causa delle mie opinioni e questa è una cosa veramente triste.
Chi può farmi cambiare idea è solo il motivo che mi da l'idea stessa, per intenderci in questo caso, solo Yukio Mishima e Jane Austen potranno farmi cambiare idea sui loro scritti e NESSUN ALTRO. Ciò vuol dire che vi potete sbattere pure a terra, anche se siete le persone più importanti della mia vita ma io purtroppo non mi chiamo Yuuichi XD (cioè non sono né influenzabile né mi faccio manipolare dagli altri, per chi non sapesse chi è Yuuichi).

mercoledì 2 novembre 2016

[Recensione] Qiguang Zhao- A study of Dragons, East and West

Allora siccome ho nominato questo libro nell'analisi di I pet goat, mi è stato chiesto di parlarne. Non è un romanzo ma è uno studio vero e proprio sui draghi e io, l'ho studiato per l'esame di religioni e filosofie dell'Asia Orientale (se vi interessano altri libri su questo argomento, intendo religioni e filosofie orientali, vi consiglio i testi del professor Massimo Raveri). Intanto la scheda tecnica:

Autore: Qiguang Zhao
Titolo Originale: (Non è di edizione cinese ma americana)A study of Dragons, East and West(Asian Thought and Culture, Vol 11); Italiano: Non esiste
Editore: PETER LANG
Codice ISBN:0820417580
Trama: Pochi simboli hanno saturizzato la civiltà umana così ampiamente e scrupolosamente come l'onnipresente ed enigmatico drago. Questo libro efficacemente esamina, compara, e analizza l'apparenza e il simbolismo dei draghi orientali e occidentali e li tratta come la cristallizzazione delle culture umane. Egli mostra come i draghi cinesi si somigliano l'un l'altro ma suggerisce idee differenti in contesti differenti, mentre i draghi occidentali hanno apparenze diverse ma spesso denotano un singolo concetto. Come uno dei più notevoli risultati della dragonologia, questo libro offre un incredibile nuova conoscenza dei draghi come un fatto zoologico, psicologico archetipo e simbolo ideologico (trama tradotta da me dall'inglese).
Voto 5/5 

Buy (solo in lingua originale):

martedì 1 novembre 2016

[Recensione] François Foll-Il libraio Notturno

Autore: François Foll
Titolo Originale: L'enfant des livres; Italiano: Il libraio notturno.
Traduzione a cura di: Paola Lanterna
Editore: EDIZIONI PIEMME
Codice ISBN: 566-0497
Trama: Parigi, 1572.
Da anni la Francia è sconvolta da una sanguinosa guerra di religione tra cattolici e protestanti.
In uno dei conflitti, il giovane Martin ha perso i genitori, barbaramente uccisi, e da allora vive con lo zio, fanatico cattolico, che lo tratta come un servo.
Per evadere dalla sua triste esistenza, la notte il ragazzo si aggira sui tetti, assaporando di nascosto quella serenità che vorrebbe tanto conoscere.
Una sera, spiando dalla finestra della ragazza di cui è innamorato, assiste a uno strano spettacolo: due uomini sfogliano furtivamente due libri che uno di loro ha estratto da un nascondiglio nel pavimento.
Martin è analfabeta, nonostante lo zio faccia il tipografo, ma sa che quello che ha visto è pericoloso.
In un’epoca dominata dal fanatismo e che sembra aver bandito la tolleranza e il buon senso, possedere il libro sbagliato equivale a una condanna a morte. Quando il 23 agosto, nella notte di san Bartolomeo, a un rintocco convenuto delle campane in tutta la città si scatena l’odio dei cattolici contro gli ugonotti, il sangue di migliaia di persone, uomini donne e bambini, scorre letteralmente per le strade. Sconvolto, Martin si rifiuta di unirsi all'orda di violenza in cui lo zio vorrebbe trascinarlo, e decide di rischiare la vita per mettere in salvo quei libri.
Quei libri che, tra avventure, amori e pericoli, lo guideranno come un faro fuori dalle tenebre.
Voto 3½/5
Buy (+ lingua originale):

domenica 30 ottobre 2016

Terremoto

Poiché non ci sono parole è la natura, è la vita.
Voglio solo condividere ciò, che diciamo è il simbolo di questa italia martoriata purtroppo non soltanto "naturalmente", ma anche economicamente, politicamente e culturalmente.

Ammetto che questa foto, la Basilica di San Benedetto di Norcia a Norcia appunto, mi ha fatto soffrire parecchio.
Detto ciò, abbiate tutti cura di voi, seguite i suggerimenti della croce rossa e levate le password i wi fi, liberate le comunicazioni e occhio ai bambini.

-kenny

[Recensione]Yukio Mishima - Colori Proibiti

Autore: Yukio Mishima
Titolo Originale: 禁色 (KINJIKI); Italiano: Colori proibiti
Traduzione a cura di: Maria Gioia Vienna
Editore: Universale Economica Feltrinelli
Codice ISBN: 978-88-07-72138-0
Trama: L'anziano e celebre scrittore Shunsuke, che dubita ormai delle proprie qualità artistiche e soffre della propria bruttezza e mancanza di seduzione, ha sviluppato una forte forma di misoginia. Yuuichi (si può scrivere anche Yuichi col trattino sulla u ma, dato che non ho questo carattere, raddoppiare la lettera è la stessa cosa, in pratica, equivale all'allungamento della vocale) invece è un bellissimo giovane, adorato da donne e uomini, del quale lo stesso Shunsuke subisce il fascino. Perciò, quando Yuuichi, sul punto di sposarsi, gli svela di provare in realtà desideri omosessuali, il vecchio gli propone un patto diabolico che lo trasformerà nel suo strumento di vendetta. A causa del suo individualismo narcisista, del carattere algido e della voluttà che prova a far del male a chi lo ama, il giovane è il soggetto perfetto per conquistare le donne e poi lasciarle crudelmente vendicando così tutti gli abbandoni subiti da Shunsuke. Yuuichi accetta per interesse e per vanità.
Voto: 3/5
Buy:

sabato 29 ottobre 2016

Il giorno della lettura 「読書の日」

Oggi in Giappone e’ il giorno della lettura 「読書の日」(dokusho no hi)
Ed e’ proprio ottobre, nella tradizione giapponese, il mese dedicato ai libri e ai lunghi pomeriggi d’autunno consumati tra le pagine dei testi. Un giorno prediletto che inaugura le Settimane giapponesi dedicate alla Lettura
-Giappone mon Amour 
 In realtà era ieri, scusatemi era il 27 ottobre.

martedì 25 ottobre 2016

[Recensione] Jane Austen - Ragione e Sentimento + Orgoglio e Pregiudizio

Autore: Jane Austen
Titolo: Ragione e Sentimento
Originale: Sense and Sensibility
Traduzione a cura di: Pietro Meneghelli
Editore: Newton Compton Editori
Codice ISBN: 8854172421
Trama:"Ragione e sentimento" è imperniato sulle vicende sentimentali di due sorelle profondamente diverse tra loro: Elinor, la maggiore, segue i dettami della ragione; Marianne si abbandona agli impulsi del cuore. Il destino delle due protagoniste si gioca tutto in vista di ciò che era considerato l'evento principale della vita femminile: il matrimonio. La capacità di osservazione e l'arguto umorismo della Austen disegnano un ritratto acuto e penetrante di un mondo convenzionale e pettegolo, attento alle realtà più minute della vita quotidiana, refrattario a qualsiasi accenno di cambiamento. Nonostante l'aperta condanna del romanticismo, ritenuto un eccesso da evitare, proprio il personaggio della romantica e scriteriata Marianne, una delle figure più originali della Austen, conferisce a questo romanzo un fascino e una vivacità irresistibili, che lo rendono ancora oggi un'opera di straordinario successo.
Voto: 2/5
Buy: (+ lingua originale)

Autore: Jane Austen
Titolo: Orgoglio e Pregiudizio
Originale: Pride and Prejudice
Traduzione a cura di: Pietro Meneghelli
Editore: Newton Compton Editori
Codice ISBN: 8854165050
Trama:Pride and Prejudice è certamente l'opera più popolare e più famosa di Jane Austen, vero e proprio long-seller, ineccepibile per l'equilibrio della struttura narrativa e lo stile terso e smagliante, ed emblematica della "cristallina precisione" austeniana. Attraverso la storia delle cinque sorelle Bennet e dei loro corteggiatori, lo sguardo acuto della scrittrice, sorretto da un'ironia spietata e sottile, annota e analizza con suprema grazia fatti, incidenti, parole di un microcosmo popolato da struggenti personaggi femminili, sospesi tra l'ipocrisia dell'Inghilterra vittoriana e la voglia di un amore romantico e senza compromessi.
Voto: 2/5
Buy:(+ lingua originale)

lunedì 24 ottobre 2016

Book Haul*-* E.A. Poe Racconti del Terrore, Orwell 1984


Buon salve!
Stavo pensando di aggiungere la sezione libri dato che ne compro e leggo tantissimi, così se gli spoiler non vi fanno niente potrete trovare qui un parere (e non assicuro che vi piacerà XD). Due giorni fa ho comprato questi due libri che desideravo da tantissimo tempo; George Orwell -1984 che credo sia fondamentale conoscerlo OGGI, poi ne parlo meglio in una recensione futura ed Edgar Allan Poe che io personalmente AMO (anche qui approfondimenti da rimandare ad un post tutto suo).

sabato 22 ottobre 2016

Costituzione Si, costituzione NO!


Allora, prima di parlare del referendum in sé e per sé voglio mostrarvi e farvi riflettere su un video...Perfetto lo hanno tolto XD lo avevo sulla mia bacheca di facebook ma non è un problema, mettere il video mi avrebbe solo evitato di scrivere troppo e farvi vedere con i vostri occhi COME gli Italiani si "approcciano" alla politica ( e fidatevi che è la cosa più spaventosa di tutta la questione).Nel video si intervistavano varie persone in un mercatino rionale su cosa avrebbero votato al referendum. La maggior parte delle risposte è stata "non so ancora non mi sono informata" e fin qui ok se ti informi prima di votare ci fai un piacere! Le altre risposte se Si o No, NESSUNO sapeva dare una motivazione alla propria scelta, quindi mi chiedo: Sai di cosa diavolo si sta parlando?

[Analisi] I, pet goat II (introduzione)

Una delle mie più grandi passioni è analizzare video e opere d'arte. Come ho detto nel primo post sono appassionata di simbolismo e teorie occulte (o del complotto). In questi giorni mi sono imbattuta del tutto per caso in un cortometraggio prodotto da HELIOFANT (dato che il sito è in inglese e tutto quello che riguarda questo video per la maggior parte è in inglese, tradurrò per questione di comodità). Premetto che tutto quello che troverete in questo post è una mia analisi ovviamente, quello che non è farina del mio sacco verrà indicato. Vediamo cos'è Heliofant; sul loro sito si legge:

mercoledì 5 ottobre 2016

Dopo il servizio delle iene....


Da premettere ovviamente che non sono un medico, non sono un luminare né nulla di tutto ciò, e allora perché dovrei chiarire la mia posizione su questo argomento? Perché mi sembra che la gente mi segua mi segua ma alla fine non capisce mai quello che intendo/credo/seguo ecc e la cosa mi da non fastidio DI PIÙ. Perché ammesso e non concesso che io sia "complottista" NON VUOL DIRE che mi bevo tutto quello che leggo o che non mi faccia un mio pensiero critico sulla cosa. Questo avviene quando la controparte non è d'accordo con quello che penso, nonostante sia un pensiero nato da ricerca e letture su più fonti ecc. Ovviamente in questo caso specifico se leggessi un manuale di

lunedì 3 ottobre 2016

Il problema di fare cose più grandi delle proprie possibilità...

Premettendo che mi ci metto anche io nella categoria eh (nessuno è perfetto sennò a quest'ora ero, bho, a fare un picnic nell'oceano Pacifico... a piedi) Tant'è che Umberto Eco ha detto una cosa sacrosanta da UN punto di vista: ossia che internet ha dato la possibilità a CHIUNQUE di sparare cazzate (me compresa) e se questo è vero da un lato, dall'altro eh.
Un po' come la questione di facebook "se metti cose su facebook tutti possono rispondere"... ehhh NOPE. O meglio: penso io che in questi contesti entri qualcosa di mezzo che può essere un misto tra logica e buon senso, mi spiego.
Se io posto un mio parere su una pagina pubblica ok. So dove sto postando e chi mi può rispondere in base al pubblico della pagina (quindi se vado su una pagina della Lega a urlare "Salvini fa schifo" devo essere consapevole degli insulti che mi verranno addosso, anche se, anche su questo avrei da ridire, ma una cosa alla volta).