mercoledì 30 novembre 2016

[Recensione] Vanessa Celli- Il Segreto di Lynda Jones.

Autore: Vanessa Celli
Titolo: Il segreto di Lynda Jones
Traduzione a cura di: // (italiano)
Editore: Lulu.com (self publication)
Codice ISBN: 9781326021689
Trama: Aprii gli occhi. Buio. Era completamente buio. Con le mani sondai attorno a me. Ero chiusa. Sia sopra che sotto. Un cuscino sotto la testa, nemmeno troppo comodo.
Quando gli occhi si adattarono alle tenebre di quel posto, mi guardai meglio attorno.Una bara.
Ero in una dannatissima bara.
Voto: 4/5




Buy:

venerdì 25 novembre 2016

Vampiri... senza brillantina anni 80!

Allora, una recensione della carissima Malisandre (vi invito a dare un occhiata al suo blog che è molto bello e interessante) ha coinvolto un topos letterario che per quanto lo ami per me è anche una dannatissima spina nel fianco: I VAMPIRI.

Perché? Perché da quando esiste quella merda (scusatemi eh) di Twilight i vampiri hanno smesso di essere creature oscure per diventare intrattenimento sessuale per tredicenni arrapate. Mi spiace essere così dura MA É COSI,  ed è a questo punto che mi chiedo ma gli editori, quand'è che hanno dato priorità assoluta al profitto a discapito della qualità?

venerdì 18 novembre 2016

Animali fantastici e dove trovarli!

Allora, non credo di voler fare una sezione su film e teleflim dato che sono una puzza a recensire il cinema e poi magari i film si ma come serie TV o film TV ... diciamo che non passo molto tempo davanti alla TV mi annoia un po' ecco, ma su questo volevo assolutamente parlare da brava potterhead, poi ci ritornerò magari nei libri e comunque non è una vera e propria recensione. Se poi volete che faccia anche film e cose varie scrivetemelo nei commenti ma vi avviso che la maggior parte delle volte dovrete voi consigliarmi film e serie XD
Detto ciò, Animali fantastici! Dio mio è stato spettacolare sotto ogni punto di vista, ma più che recensire il film mi piacerebbe capire cosa esattamente non è piaciuto alle persone che sono rimaste "deluse".

giovedì 17 novembre 2016

[Recensione] Laurence Gardner-Mito e Magia del Santo Graal

Autore: Laurence Gardner
Titolo Originale: Realms of the Ring Lords; Italiano: Mito e Magia del Santo Graal- Il regno dei Signori degli Anelli, La tavola Rotonda, il portale di Dracula e l'Anello delle Streghe
Traduzione a cura di: Franco Ossola
Editore: Newton&Compton Editori
Codice ISBN: 885410308X
Trama: La straordinaria storia dei Signori degli Anelli, di cui troviamo un eco nel Signore degli Anelli di J.R.R. Tolkien, è stata in gran parte consegnata alla leggenda e allo sbiadito ricordo di grandi battaglie tra il Bene e il Male. Avvolta tra le nebbie di enigmi soprannaturali, essa sopravvive nelle favole e negli affascinanti racconti di fate ed elfi, di streghe e vampiri.
Non è certo un caso che le storie più conosciute e amate del ciclo del Graal siano quelle che narrano dell'anello d'oro di Ginevra e di quell'ideale "anello di ferro" rappresentato dai Cavalieri della Tavola Rotonda nelle loro armature. Quando quell'anello si ruppe, il paese cadde nel caos e le forze delle tenebre regnarono sulla Terra.
Il fascino di queste storie deriva dal fatto che ancora oggi sentiamo parlare in esse una verità profonda. Ma quella verità è stata distorta e nascosta. Gli antichi guardiani della nostra civiltà, i nostri veri progenitori, gli illuminati, non hanno mai trovato posto nella cultura accademica. La loro stessa esistenza, la loro realtà, è stata negata. Si è cercato di cancellarne la memoria e, di conseguenza, anche la storia. Eppure, il regale dono della nostra civiltà ci viene da un tempo e da un luogo che potrebbe essere chiamato "terra di mezzo", che ancora traluce attraverso le brume lontane del Regno dei Signori degli Anelli.
Voto: 5/5 
Buy(+lingua originale):

sabato 12 novembre 2016

Trump che fa impazzire la gente!

Spero questo sia l'ultimo post su Trump, non voglio più parlarne fin quando non vedo un muro eretto in Messico LOL.
Detto ciò, faccio quest'ultimo post perché come ho detto nel post precedente (linkati a fine post) ho parlato della vittoria dei media sulla disinformazione e su come spingere su certi argomenti, faccia ragionare la gente con la pancia piuttosto che con il cervello. Ma siccome ho sempre la sensazione che per quanto se ne parli, non è mai chiaro abbastanza il concetto che voglio dire, è sempre bene riesprimerlo quando abbiamo degli strumenti.

Questo, signore e signori è MARMO.

Didatticarte
Giambologna (Jean Boulogne), Ratto delle Sabine, 1583


Perché l'arte non sta nella perfezione anatomica, ma nell'avergli dato carne e sangue.

-kenny

venerdì 11 novembre 2016

[Recensione]Philippe Barraqué-Il canto degli spiriti. Ritrovare la propria voce sciamanica.

Autore: Philippe Barraqué
Titolo Originale: Les chant des esprits; Italiano: Il canto degli spiriti. Ritrovare la propria voce sciamanica.
Traduzione a cura di: Fedra Cocca
Editore: Punto D'Incontro
Codice ISBN: 88-8093-326-4
Trama: Il canto sciamanico aiuta a ristabilire la comunicazione con le forze della natura. Ogni nuova risonanza è un dono delle energie, una rivelazione, uno strumento di trasformazione. Grazie agli incantesimi trasmessi dalla tradizione orale, lo sciamano dispone di una memoria sonora che lo collega alle proprie radici ancestrali. Esplorando queste tecniche primordiali di guarigione e gli stati alterati di coscienza ad esse collegati, Barraqué ci introduce al canto degli spiriti e a quella presenza che traspare ad ogni suono offerto all'universale.
Voto: 4½/5

Buy:

mercoledì 9 novembre 2016

Ancora su Clinton e Trump e... il mondo è impazzito!


Ieri sera ho seguito Matrix... e poi ho seguito per un altro po' ma poi mi sono addormentata LOL comunque, stamattina apro twitter all'ashtag #electionday e...

WTF??!! o.o

Clinton o Trump? Nessuno dei due!

E voi? Cosa ne pensate al riguardo?
Purtroppo non essendo statunitense, conosco molto poco della macchina politica americana tuttavia, facciamo un po' di riflessioni insieme...
Allora partiamo con la criticona. In questi giorni ci hanno mandato a tutto spiano il "confronto" tra i due suddetti concorrenti alla casa bianca e ho anche provato ad ascoltare, sperando di trovare due persone propositive per il bene del paese... e invece stavo assistendo ad un litigio tra due bambini di tre anni, presente?

martedì 8 novembre 2016

[Recensione]Kahlil Gibran–Il Profeta

Autore: Kahlil Gibran
Titolo Originale: The Prophet; Italiano: Il Profeta
Traduzione a cura di: G. F. Brambilla
Editore: FELTRINELLI
Codice ISBN: 9788807882708
Trama: Dopo alcuni anni trascorsi in terra straniera, Almustafa (ovvero l'eletto di Dio), sente che è giunto il momento di fare ritorno all'isola nativa. In procinto di salpare egli affida al popolo della città di Orphalese un prezioso testamento spirituale: una serie di riposte intorno ai grandi temi della vita e della morte, dell'amore e della fede, del bene e del male. Pubblicato a New York nel 1923, "Il Profeta" viene subito accolto con grande favore di pubblico soprattutto presso i giovani, i quali vedono in Gibran un maestro di saggezza. A distanza di tanti anni l'interesse è rimasto immutato: silloge che abbraccia i problemi fondamentali dell'esistenza, il capolavoro del poeta libanese è anche libro di notevole fascino. Il clima sospeso e rarefatto, il ritmo incantatorio di una scrittura lirica di presa immediata, incisiva e visionaria, l'incontro tra due opposte culture, l'orientale e l'occidentale, sono la cifra di uno stile inconfondibile.
 Voto: 4/5
Buy:

sabato 5 novembre 2016

[Recensione]J.R.R. Tolkien - Lo hobbit + Il Signore degli anelli + Il Silmarillion

Bene, prossimo in lista l'illustre professor Tolkien! Metto tutte queste opere insieme punto primo perché sono collegate tra loro, punto secondo perché le ho lette insieme.  Tra l'altro la cosa si sposa pure con l'ultimo libro che vi ho presentato (quello sui Draghi, per chi non avesse visto il post è questo QUI , così saprete che i draghi di Tolkien sono Folkloristici ed Essoterici hehehe)

Lo Hobbit (Questa versione è la mia copia cartacea)

Autore: J.R.R. Tolkien
Titolo Originale: The Hobbit or There and Back Again; Italiano: Lo Hobbit o la Riconquista del tesoro.
Traduzione a cura di: Elena Jeronimidis Conte
Editore: ADELPHI
Codice ISBN: 88-459-0688-4
Trama: Lo hobbit, che W.H. Auden ha definito "la più bella storia per bambini degli ultimi cinquant'anni", è il libro con cui Tolkien ha presentato per la prima volta, nel 1937, il foltissimo mondo mitologico del Signore degli Anelli, che ormai milioni di persone di ogni età, sparse ovunque, conoscono in tutti i suoi minuti particolari.
Tra i protagonisti di tale mondo sono gli Hobbit, minuscoli esseri "dolci come il miele e resistenti come le radici di alberi secolari", timidi, capaci di "sparire veloci e silenziosi al sopraggiungere di persone indesiderate", con un'arte che sembra magica ma è "unicamente dovuta ad un'abilità professionale che l'eredità, la pratica e un'amicizia molto intima con la Terra hanno reso inimitabile da parte di razze più grandi e goffe" - quali gli uomini.
Voto:5/5
Buy (+lingua originale):

giovedì 3 novembre 2016

Puntualizziamo: ancora su Austen e Mishima

Allora cos'è questo post? E' chiarire alcuni punti che forse non ho scritto in modo chiaro o cose del genere. Siccome questo sarà un post jolly che vale per tutte le volte che recensisco in maniera negativa un libro, ho preferito farne un post. La primissima cosa che è da tener presente quando si legge una recensione sul web è che spesso questa è UN OPINIONE da lettore. Io non sono una critica letteraria ( e purtroppo) per le scuole che ho fatto non potrei nemmeno esserlo. Dico questo perché io ho perso persone a causa delle mie opinioni e questa è una cosa veramente triste.
Chi può farmi cambiare idea è solo il motivo che mi da l'idea stessa, per intenderci in questo caso, solo Yukio Mishima e Jane Austen potranno farmi cambiare idea sui loro scritti e NESSUN ALTRO. Ciò vuol dire che vi potete sbattere pure a terra, anche se siete le persone più importanti della mia vita ma io purtroppo non mi chiamo Yuuichi XD (cioè non sono né influenzabile né mi faccio manipolare dagli altri, per chi non sapesse chi è Yuuichi).

mercoledì 2 novembre 2016

[Recensione] Qiguang Zhao- A study of Dragons, East and West

Allora siccome ho nominato questo libro nell'analisi di I pet goat, mi è stato chiesto di parlarne. Non è un romanzo ma è uno studio vero e proprio sui draghi e io, l'ho studiato per l'esame di religioni e filosofie dell'Asia Orientale (se vi interessano altri libri su questo argomento, intendo religioni e filosofie orientali, vi consiglio i testi del professor Massimo Raveri). Intanto la scheda tecnica:

Autore: Qiguang Zhao
Titolo Originale: (Non è di edizione cinese ma americana)A study of Dragons, East and West(Asian Thought and Culture, Vol 11); Italiano: Non esiste
Editore: PETER LANG
Codice ISBN:0820417580
Trama: Pochi simboli hanno saturizzato la civiltà umana così ampiamente e scrupolosamente come l'onnipresente ed enigmatico drago. Questo libro efficacemente esamina, compara, e analizza l'apparenza e il simbolismo dei draghi orientali e occidentali e li tratta come la cristallizzazione delle culture umane. Egli mostra come i draghi cinesi si somigliano l'un l'altro ma suggerisce idee differenti in contesti differenti, mentre i draghi occidentali hanno apparenze diverse ma spesso denotano un singolo concetto. Come uno dei più notevoli risultati della dragonologia, questo libro offre un incredibile nuova conoscenza dei draghi come un fatto zoologico, psicologico archetipo e simbolo ideologico (trama tradotta da me dall'inglese).
Voto 5/5 

Buy (solo in lingua originale):

martedì 1 novembre 2016

[Recensione] François Foll-Il libraio Notturno

Autore: François Foll
Titolo Originale: L'enfant des livres; Italiano: Il libraio notturno.
Traduzione a cura di: Paola Lanterna
Editore: EDIZIONI PIEMME
Codice ISBN: 566-0497
Trama: Parigi, 1572.
Da anni la Francia è sconvolta da una sanguinosa guerra di religione tra cattolici e protestanti.
In uno dei conflitti, il giovane Martin ha perso i genitori, barbaramente uccisi, e da allora vive con lo zio, fanatico cattolico, che lo tratta come un servo.
Per evadere dalla sua triste esistenza, la notte il ragazzo si aggira sui tetti, assaporando di nascosto quella serenità che vorrebbe tanto conoscere.
Una sera, spiando dalla finestra della ragazza di cui è innamorato, assiste a uno strano spettacolo: due uomini sfogliano furtivamente due libri che uno di loro ha estratto da un nascondiglio nel pavimento.
Martin è analfabeta, nonostante lo zio faccia il tipografo, ma sa che quello che ha visto è pericoloso.
In un’epoca dominata dal fanatismo e che sembra aver bandito la tolleranza e il buon senso, possedere il libro sbagliato equivale a una condanna a morte. Quando il 23 agosto, nella notte di san Bartolomeo, a un rintocco convenuto delle campane in tutta la città si scatena l’odio dei cattolici contro gli ugonotti, il sangue di migliaia di persone, uomini donne e bambini, scorre letteralmente per le strade. Sconvolto, Martin si rifiuta di unirsi all'orda di violenza in cui lo zio vorrebbe trascinarlo, e decide di rischiare la vita per mettere in salvo quei libri.
Quei libri che, tra avventure, amori e pericoli, lo guideranno come un faro fuori dalle tenebre.
Voto 3½/5
Buy (+ lingua originale):