domenica 29 gennaio 2017

[Recensione/Analisi]Il Piccolo Principe-Antoine De Saint-Exupéry

Autore: Antoine De Saint-Exupéry
Titolo: Il Piccolo Principe; Originale: Le Petit Prince
Traduzioni a cura di: Nini Bompiani Bregoli
Editore: Tascabili Bompiani
Codice ISBN: 978-88-452-4741-5
Trama: «Sei anni fa ebbi un incidente col mio aeroplano nel deserto del Sahara. Qualche cosa si è rotta nel motore, e siccome non avevo con me né un meccanico, né dei passeggeri, mi accinsi da solo a cercare di riparare il guasto. Era una questione di vita o di morte; perché aveva acqua da bere soltanto per una settimana... Potete immaginare il mio stupore di essere svegliato all'alba da una strana vocetta: "Mi disegni, per favore, una pecora?"... E fu cosi che feci la conoscenza del piccolo principe.»
A cinquant'anni dalla pubblicazione negli Stati Uniti del libro, Il Piccolo Principe è divenuto un long seller internazionale, un testo-chiave di formazione. Antoine De Saint-Exupéry, il suo autore, era un aviatore e un umanista: adorava volare e s'interessava agli uomini. Qualche mese dopo l'apparizione del suo capolavoro,scomparve in aereo sul Mar Mediterraneo. Ma la favola del ragazzino dai capelli d'oro continua.
Voto: 10/5 eeeeeeh si
Tutti i grandi sono stati bambini una volta.
(Ma pochi di essi se ne ricordano).
 Buy(+lingua originale+ versione Giapponese per Kindle)

lunedì 16 gennaio 2017

[Recensione]Racconti di pioggia e di luna (Ugetsu Monogatari) - Ueda Akinari

"In una notte della tarda primavera del quinto anno dell'era Meiwa, finisco di scrivere quest'opera accanto alla mia finestra, mentre, cessata la pioggia, è apparsa la luna appena velata; perciò, nell'affidarla al tipografo, la intitolo Racconti di pioggia e di luna."


Autore: Ueda Akinari上田秋成
Titolo: Racconti di pioggia e di luna (Ugetsu Monogatari) 雨月物語
Traduzioni a cura di: Maria Teresa Orsi
Editore: Letteratura Universale Marsilio
Codice ISBN: 88-317-5109
Trama: Ueda Akinari (1734-1809) è uno dei rappresentanti più raffinati e originali della cultura del Giappone premoderno; buon conoscitore di letteratura cinese, sensibile filologo ed esegeta del patrimonio giapponese classico, è anche autore di racconti dove l'erudizione si intreccia alla fantasia, dove cronaca, storia e leggenda sono mescolate con mano sicura e anche gli elementi più drammatici e macabri acquistano una nuova raffinata coloritura grazie al gioco sapiente di allusioni e riferimenti alla grande pagina letteraria di epoca classica. Come scrittore ha legato al suo nome, oltre che all'Ugetsu Monogatari, allo Harusame Monogatari (Racconti della pioggia di primavera) scritto nel 1808, una raccolta di dieci racconti che spaziano dalla riproposta di eventi storici a libere elaborazioni di fatti di cronaca, leggende e tradizioni, rivissuti alla luce di un immaginazione che accetta il fantastico e il soprannaturale come parte integrante dell'esperienza umana.
Apparso nel 1768, Ugetsu Monogatari (Racconti di pioggia e di luna) è una raccolta di nove storie di fantasmi, nella quali l'autore utilizza spunti tratti dalla letteratura cinese e motivi di folclore, del romanzo e del teatro giapponesi, per rielaborare racconti del tutto originali. Ma questi elementi sono solo parte dell'intuizione poetica dell'autore di trasformare le sue "futili storielle" -come egli stesso aveva dichiarato con una modestia tendenziosa e poco convincente- in racconti dove il ricorso al soprannaturale è sopratutto un funzione estetica, la paura è mitigata dalla poesia e quando "cantano i fagiani e i draghi combattono" il brivido dell'orrore si accompagna all'emozione della bellezza.
Voto 5/5
Buy:

martedì 3 gennaio 2017

[Recensione/Analisi]1984- George Orwell

Autore: George Orwell
Titolo: 1984
Traduzioni a cura di: Stefano Manferlotti
Editore: Oscar moderni
Codice ISBN: 978-88-04-66823-7
Trama: 1984. Il mondo è diviso in tre superstati in guerra fra loro: Oceania, Eurasia ed Estasia. L'Ocenia, la cui capitale è Londra, è governata dal Grande Fratello, che tutto vede e tutto sa. I suoi occhi sono le telecamere che spiano di continuo nelle case, il suo braccio la psicopolizia che interviene al minimo sospetto.Tutto è permesso, non c'è legge scritta, Niente, apparentemente, è proibito. Tranne pensare, tranne amare. Tranne divertirsi. Insomma: tranne vivere, se non secondo i dettami del Grande Fratello.Dal loro rifugio, in uno scenario desolante, solo Winston Smith e Julia lottano disperatamente per conservare un granello di umanità...
Scritto nel 1948, il libro è considerato una delle più lucide rappresentazioni del totalitarismo.
Voto:5/5
Buy(+lingua originale):