lunedì 20 marzo 2017

Ask Me!!!


Allora, questo post nasce dal fatto che alcune mie amiche mi hanno detto che vorrebbero alcuni aiuti per poter leggere in questo caso "Io sono un gatto" di Natsume Sōseki in modo più chiaro, poiché i testi di letteratura Giapponese si avvalgono spesso di alcuni pensieri filosofici che chi non ha studiato o non ha dimestichezza con la cultura e la letteratura orientale farà fatica a capire (tipo ad esempio il Mono no Aware che è un topos letterario classico Giapponese) MA!!!! Siccome come avrete visto in ogni libro mi piace analizzare aspetti che vanno dai problemi sociali/culturali/storici e cose del genere, ho pensato di fare questo post, sotto il quale in commento potete lasciarmi tutte le domande che volete, oppure potete suggerirmi dei punti su cui vorreste che parlassi nella recensione,  facendo tipo un elenco.
Se vedete a lato io ho messo "Book in progress" significa che sto preparando quella recensione, quindi se avete domande da farmi su quel libro, se volete avere una mia prospettiva o chiedere un parere, ho sapere simbolicamente cosa vuol dire qualcosa non lo so qualsiasi cosa, scrivetemelo qui nei commenti mettendo come titolo del commento il nome del libro e l'autore in  modo tale che sotto le recensioni posso aggiungere "L'angolo Ask Me" dove vi rispondo! Potete farlo pure una recensione già postata!
Utilizzate questo post anche per farmi le richieste di analisi video/libri (però vi avviso che i tempi son lunghini eh)

Grazie per la collaborazione!

-Kenny

mercoledì 15 marzo 2017

[Recensione] #1- Celia lo que dice (Celia e quello che dice) - Elena Fortún

Autore: Elena Fortún
Titolo: Celia e quello che dice
Originale: Celia lo que dice 
Traduzioni a cura di: Non tradotto in Italia
Editore: Alianz Editorial.es (edizione spagnola)
Codice ISBN: 8420635758
Trama: Ribelle, curiosona (che fa sempre domande) e intrepida, Celia è la protagonista del classico infantile spagnolo per eccellenza. Il racconto la quale attraverso la successione di episodi fatti di avventure e disavventure, Elena Fortún ne ha fatto fin dal momento della sua pubblicazione la delizia di generazioni di lettori, da cui è stato tratto per la televisione una serie a cura di Jose Luis Borau. La ragione della persistenza di Celia si ritrova più che nelle mode e negli scenari (della Spagna del tempo), una sua peculiare forma di vedere la realtà -mista di ingenuità, sincerità e insolenza- così come la sua logica schiacciante e diversa e sottointesa, smonta immediatamente i tranelli saccenti in cui si cimentano sempre con la propria autorità "gli adulti". (Trama tradotta da me dallo spagnolo)
Voto: 5/5
Buy (attualmente non disponibile nell'amazon spagnolo ma vi conviene aspettare che torni disponibile qui che costa circa sei euro e non su Amazon italiano dove sfiora i 50 euro XD)

domenica 12 marzo 2017

[Recensione] Un canto di Natale - Charles Dickens

Autore: Charles Dickens
Titolo: Un canto di Natale
Originale: A Christmas Carol
Traduzioni a cura di: Emanuele Grazzi
Editore: Newton Compton editori
Codice ISBN: 978-88-541-4504-7
Trama: È questo il primo (1843) e più noto libro sul Natale di Dickens. Straordinario spettacolo metafisico, dove gli spiriti si fanno messaggeri benefici - ma non per questo meno terrorizzanti -, guide sapienti che conducono Scrooge, il vecchio arido e avaro attraverso le età della vita, passata e futura. L'attonito spettatore ripercorre, attraverso la visione, il tempo dell'infanzia, della giovinezza e della maturità, scorgendo, nelle immagini di sé del passato, l'insorgere della durezza e della disumanizzazione; l'ultima tappa, il futuro che lo attende, registra, in un crescendo di orrore, la scoperta di sé morto, corpo depredato delle vesti, privato della dignità, abbandonato e disperatamente solo. Ma lo spirito del Natale e la fiducia nella bontà dell'uomo consentono a Dickens, almeno sulla pagina, di pronunciare un messaggio di speranza.
Voto: 5/5
Buy (vers.Kindle+libro ita+lingua originale -libro-+film)